fbpx

Un servizio esclusivo per le tue clienti

Shirodara, il servizio esclusivo per i capelli delle tue clienti.

C’era una volta la medicina ayurvedica, scienza di tradizione millenaria focalizzata sul mantenimento della salute e sulla cura delle malattie. Un antico sapere che torna a rivivere in Shirodara, rituale Naturalmente SPA per donare benessere ai capelli e nuovo equilibrio psicofisico alla persona nella sua integrità.

Come si svolge il rituale
Innanzitutto compito dell’operatore del benessere è mettere la persona a proprio agio. Ricordiamo infatti che i nostri rituali fanno del relax e dell’emozionalità due elementi fondamentali per una perfetta riuscita.

Ingrediente principale di Shirodara è l’olio di sesamo, ricco di sostanze antiossidanti e nutritive che aiutano a rigenerare pelle e capelli e a risolvere problemi di infiammazione cutanea e forfora. Il rituale consiste in un flusso costante di olio caldo distribuito delicatamente sulla testa per mezzo di un massaggio manuale dolce e delicato che riattiva la circolazione sanguigna e favorisce il rilassamento. Tra i movimenti consigliati, l’accarezzamento del cuoio capelluto per alcuni minuti con leggera trazione dei capelli, il massaggio circolare con i polpastrelli che dalla nuca risale verso la fronte e la digitopressione profonda e ritmica sulla scatola cranica.

Si consigliano da 1 a massimo 3 sedute consecutive settimanali, seguite da eventuali post-Shirodara a base di tecniche di massaggio indiano.

Obiettivi e benefici di Shirodara
Shirodara mira a trasmettere piacevoli sensazioni tattili e ad attivare memorie infantili, come le carezze dei genitori sulla testa. La manualità richiede dunque massaggi a ritmo lento e soffici pressioni.

Molti i benefici osservabili dagli acconciatori: grazie all’apporto dell’olio di sesamo i capelli aridi e secchi tornano a essere morbidi e lucenti, mentre la persona si sentirà più calma e ritemprata.

Vuoi provare i prodotti Naturalmente?

Richiedi ora un cofanetto di prodotti professionali 100% naturali. Fai la differenza nel tuo salone, prova il naturale, passa a Naturalmente.

CosmEtici

Methylisothiazolinone: È un conservante comparso sul mercato dopo le denunce sulla tossicità per Parabeni da parte dei consumatori. Le aziende per timore di boicottaggi commerciali e perdite di quote mercato hanno raggirato le polemiche con questa sostanza. È derivato dal petrolio e gli Inglesi, molto sensibili e evoluti sugli effetti alla salute delle sostanza chimiche hanno fatto un esposto al Ministro della Salute.

Ciclophentaxiloxane Ciclometicone Dimeticone: Sono i nomi chimici dei Siliconi più diffusi e utilizzati in cosmetici per capelli, viso, corpo e farmaci in crema e olio. La consistenza oleosa permette di pubblicizzarli come oli (vedi olio di Argan e Oro Liquido). Ci vogliono 250 anni perché si decompongano. Ne sono piene le maschere per capelli e i cosmetici per il trucco come le miracolose creme viso ad effetto lifting.

Laureth e Lauryl Sulphate: Tensioattivi derivati dal petrolio responsabili della detergenza con molta schiuma. I danni che provocano alle persone sono noti e conclamati da anni. Sono causa di allergie e irritazioni acute in modo particolare per le persone molto esposte dovuto all’uso costante, come la categoria dei parrucchieri. Lo si trova in dosi sensibili anche nelle tinture e decoloranti.

Cheratina Collagene Colesterolo: Sono sostanze prevalentemente ottenute da unghie e grasso animale. Queste sostanze sono combinate con i siliconi nei cosmetici che promettono Trattamenti di Ricostruzione dei capelli e Trattamenti Anti Age per la pelle. Le case cosmetiche li usano perché questi scarti animali sono quasi gratis e ne decantano le virtù performanti.

Tetrasodium EDTA: Conservante utilizzato nei cosmetici per capelli, viso, corpo e prodotti per bambini. A causa della sua enorme diffusione e utilizzo, ha inciso pesantemente all’inquinamento delle falde acquifere e l’avvelenamento dei mari. È una sostanza mutoegena che si modifica in mercurio in condizioni ideali Vengono prodotte 80 mila tonnellate all’anno.

Imidiazolidinyl Urea: È un derivato della formaldeide. In molti stati è vietato per la sua tossicità conclamata ed è stato trovato il legame allo sviluppo della leucemia.
Presente negli shampoo, balsami e tutti quei cosmetici formulati su base acquosa. È un conservante.

Parabeni: Methyl, Buthyl, Propyl e Ethyl Paraben sono conservanti petrolchimici onnipresenti in cosmetica per aumentare la vita dei prodotti. Sono usati nonostante si conoscono gli effetti allergenici e accusati di cancro al seno. Si è calcolato che una persona di ceto medio in 12 mesi per alimentarsi, ingerisce circa 2 kg di conservanti chimici e 5 kg di additivi chimici alimentari.

Mineral oil: Olio petrolifero normalmente usato come olio motore per veicoli. Lo si trova facilmente negli oli essenziali professionali. Vengono anche venduti per profumare la casa. Una volta bruciati emettono diossina tossica. Mineral Oil lo si trova in molti prodotti di styling e oli da massaggio per il corpo. Usato per il suo basso costo.

Petrolatum: Petrolio trattato in raffineria per uso cosmetico. È presente in cosmetici di fascia alta e di marche insospettabili. Usato nelle creme viso e corpo ma anche nei protettivi labbra. Viene usato per il suo basso costo.

Paraffinum Liquidum: È cera petrolifera liquida, era principalmente usato per produrre le candele. Chiamato anche vaselina è usato in larga scala per cosmetici di ogni genere. Viene usato per il suo basso costo.

Propilene Glicole: Frazione oleosa resa trasparente derivata dal petrolio. Viene usata in migliaia di cosmetici di ogni marca, presente nei cosmetici professionali e nei cosmetici di largo consumo. il Propilene Glicole è una sostanza usata in meccanica come lubrificante antigelo.

 

Vuoi provare i prodotti Naturalmente?

Richiedi ora un cofanetto di prodotti professionali 100% naturali. Fai la differenza nel tuo salone, prova il naturale, passa a Naturalmente.

Il successo continua

Naturalmente è un’azienda che ha creato il trend in Italia della bio cosmesi e continua ad affermarsi come leader del settore parrucchieri, per tutti quei saloni che cercano unicità, eticità, immagine e elevata qualità nei servizi .

Erano la fine del 1999, di Biologico  ancora non se ne parlava quando la famiglia Tomaselli lanciò sul mercato l’idea di Naturalmente. Già in quel periodo i Saloni più innovativi e attenti al mercato capirono l’enorme potenzialità e l’efficacia di questa linea.

Nel tempo, complice finalmente il cambio di mentalità del settore, Naturalmente si è ovviamente trovata nella posizione di leader e azienda riferimento del mercato della cosmetica naturale.

Oggi i saloni che hanno scelto di lavorare con Naturalmente sono moltissimi, e tutti contraddistinti da una elevata qualità di servizio, una cultura al di sopra della media del settore, una immagine dal grande fascino e appeal verso la clientela finale e, non ultimo per importanza, una forte sensibilità verso il rispetto delle persone e del nostro ambiente, anima questa che da sempre caratterizza le scelte dell’azienda.

Una distribuzione intelligente del marchio , senza mettere in competizione saloni vicini , ma dando la possibilità di affermare la scelta nella propria zona di riferimento. Non una distribuzione quindi legata unicamente al fatturato , ma con un progetto di collaborazione e di crescita insieme.

Il successo di Naturalmente ormai è planetario , accolta in tutta Italia e gran parte dell’Europa , è sbarcata anche in Australia , Gran Bretagna , Sud Africa e Sud America fino al Giappone , riscuotendo ovunque un enorme apprezzamento per la qualità del Brand , per i prodotti e per le proposte commerciali.

Qualità e credibilità nel tempo pagano e pagheranno sempre di più. Questo è quello che sta avvenendo a Naturalmente.

 

Vuoi provare i prodotti Naturalmente?

Richiedi ora un cofanetto di prodotti professionali 100% naturali. Fai la differenza nel tuo salone, prova il naturale, passa a Naturalmente.

Svelato il segreto di Naturalmente

Dietro ogni successo c’è impegno costante, un forte credo, del coraggio pionieristico, una conoscenza profonda del settore e qualche piccolo segreto.

Il segreto di Naturalmente è Domenico Tomaselli. Un parrucchiere, che da oltre vent’anni, ha modificato la sua professione e si è dedicato alla realizzazione di una linea per parrucchieri: un acconciatore che sa cosa vogliono gli acconciatori.

Creare un prodotto pulito e verde non è complicatissimo, se hai alle spalle un ottimo laboratorio come quello di Naturalmente, crearlo che funzioni oltre le sue possibilità è arte, maestria, conoscenza. Questo è avvenuto per Naturalmente, la scelta e la combinazione di ingredienti naturali di altissima qualità non sono un caso.

Questa è la garanzia che da Naturalmente, la creazione di prodotti e trattamenti vegetali, con uno sguardo fisso al risultato, alla performance a rendere le tue clienti sempre più soddisfatte, serene, felici e sempre più legate al tuo salone ed alla tua scelta.

Vuoi provare i prodotti Naturalmente?

Richiedi ora un cofanetto di prodotti professionali 100% naturali. Fai la differenza nel tuo salone, prova il naturale, passa a Naturalmente.

Il naturale funziona?

Una delle prima domande che ti porrai è: ma il prodotto naturale funziona?

La risposta è: assolutamente sì. Non solo, ma alla distanza è molto più efficace del prodotto chimico.

Perché?

Innanzi tutto la tecnologia e la ricerca legata alla formulazione di un cosmetico “verde” è progredita notevolmente negli anni.

Dal punto di vista dei trattamenti puoi continuare a lavorare come hai sempre fatto ma con vantaggi notevoli. Puoi ottenere capelli e cute puliti, condizionati, volumizzati, luminosi, più folti e addirittura aumentati nella sezione del fusto, se lo desideri, utilizzando prodotti e trattamenti vegetali e naturali. Tutto questo è visibile fin dal primo trattamento.

Il principio attivo vegetale, dato dagli oli essenziali ma non solo, agisce immediatamente e la costanza nell’utilizzo protrarrà i risultati per molto tempo.

Inizierai a lavorare con aromi di oli essenziali, il tuo salone, finalmente, profumerà di Natura, accogliendo i clienti con una sensazione di benessere e aroma terapia. 

Quando usi un prodotto naturale, le clienti se ne accorgono, il clima se ne accorge. Tutti  ti faranno i complimenti per questa tua scelta e soprattutto per i grandi risultati che otterrai.

Vuoi provare i prodotti Naturalmente?

Richiedi ora un cofanetto di prodotti professionali 100% naturali. Fai la differenza nel tuo salone, prova il naturale, passa a Naturalmente.

Economia Verde

I numeri di GreenItaly 2016 parlano chiaro, la Green Economy in Italia vola.

Intanto le aziende della green Italy innovano di più delle altre: nel 2015 il 22,2% ha sviluppato nuovi prodotti o servizi, contro l’11,4% delle non investitrici. Una propensione ancor più forte nel manifatturiero (33,1% contro 18,7%). Le imprese che investono green hanno un dinamismo sui mercati esteri nettamente superiore al resto del sistema produttivo italiano: esportano nel 18,7% dei casi, a fronte del 10,9% di quelle che non investono nel verde.

Nella manifattura il 46% contro il 27,7%. Spinto da export e innovazione, il fatturato è aumentato, fra 2014 e 2015, nel 25,9% delle imprese che investono green, contro il 16,8% delle altre. Percentuali che nel manifatturiero salgono al 35,1% contro il 21,8%.

Anche nel creare lavoro la sostenibilità è un driver importante, sia tra le imprese eco-investitrici che tra le altre. Quest’anno le assunzioni programmate di green jobs in senso stretto (72.300) e figure ibride con competenze green (176.800) arriveranno nell’insieme a 249 mila, pari al 44,5% della domanda complessiva di lavoratori non stagionali. Nei settori “ricerca e sviluppo” le figure green richieste sono il 66% del totale: segno evidente del legame strettissimo fra green economy, innovazione e competitività. La domanda di lavoro di green jobs si caratterizza inoltre per una maggiore stabilità contrattuale: le assunzioni a tempo indeterminato sono ben il 53,4% nel caso dei green jobs, quando nel resto delle altre figure tale quota scende al 38%. Dal punto di vista settoriale, le costruzioni sono il comparto dove la domanda di green jobs è più intensa, coinvolgendo poco più di un terzo del totale delle assunzioni previste.

Per quanto riguarda la situazione nei Comuni Italiani , nel 2014 gli oltre 600.000 impianti a fonti rinnovabili diffusi in ogni comune hanno garantito il 37% dei consumi, e in 1.328 comuni italiani è stato superato il 65% di raccolta differenziata, con anche grandi comuni come Milano oltre il 50% e risultati eccellenti in molti comuni meridionali piccoli e grandi, come Salerno.

Un’economia verde made in Italy forte e in crescita che si piazza bene anche nel confronto Ue: tra 2004 e 2014 in tema di risparmio di materia l’Italia ha ridotto i consumi del 32% a fronte di una media europea del 15%; abbiamo reso le risorse più produttive del 40% (media Ue +25%); la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili si attesta al 44% nel 2014, mentre era il 39% nel 2013, solo la produzione da fotovoltaico è centuplicata dal 2008; e nel recupero industriale di rifiuti, il nostro paese è secondo dopo la Germania per valori assoluti, primo per valori pro capite).

Appoggiamo e scegliamo quindi sempre di più le aziende italiane, che producono in Italia, che creano posti di lavoro in l’Italia .

Vuoi provare i prodotti Naturalmente?

Richiedi ora un cofanetto di prodotti professionali 100% naturali. Fai la differenza nel tuo salone, prova il naturale, passa a Naturalmente.

Il Metodo Naturalmente

Al giorno d’oggi non è sufficiente acquistare un prodotto naturale o bio per fare la differenza, ma lo si deve utilizzate in un contesto ben preciso di metodi e protocolli.

Questo è quello che ti propone Naturalmente, non solo prodotti vegetali, di alta qualità, ma anche un metodo di utilizzo unico, efficace e che ti può far contraddistinguere sul mercato.

Partendo dalla detersione, al lavatesta, l’utilizzo di shampoo specifici per lavare la cute e per trattare lo stelo. Il metodo di distribuzione ed applicazione dello shampoo diviene esso stesso un trattamento per migliorare il risultato su cute e stelo. Un metodo che ti consente di avvicinare le tue clienti ad una idea di Spa e benessere, in modo per te facile e molto efficace.

Protocolli precisi, chiari e difficilmente ripetibili a casa per il riequilibrio delle anomalie della cute.

Metodi altamente professionali di consulenza ed intervista alla tua cliente per permetterti di soddisfare tutte le sue richieste con qualsiasi tipo di percorso in salone o mantenimento a casa.

Dalla coccola wellness con lo shirodara alla colorazione con le piante tintorie.

Tutto questo è Naturalmente

Vuoi provare i prodotti Naturalmente?

Richiedi ora un cofanetto di prodotti professionali 100% naturali. Fai la differenza nel tuo salone, prova il naturale, passa a Naturalmente.

8 motivi + 1 per passare al naturale

  1. È ormai iniziato il momento del Bio e del Naturale. Da qui non si torna più indietro, tutto il mercato si sta orientando al naturale. Il business attuale e del futuro è nel naturale. Se arrivi tardi farai fatica a recuperare il vantaggio che hai lasciato ai tuoi concorrenti.
  2. È una scelta etica, un progetto comune a tutti gli uomini e le donne di questo pianeta. Questo è l’unico Pianeta che abbiamo e che ci ospita, dobbiamo tutti preservarlo con le nostre scelte.
  3. Uno dei motivi più importanti per cui devi passare al naturale è per la tua salute. Tutto il giorno sei a contatto con i tuoi prodotti cosmetici. Cerca di fare in modo che siano il più rispettosi possibile per le tue mani, per i tuoi polmoni e per le tue clienti.
  4. Utilizzando il naturale, i capelli delle tue clienti cambieranno struttura e lucentezza, finalmente potrai lavorare sul vero capello delle tue clienti e non su filmogeni plasticosi che lo ricoprono. Potrai dare nuova vita al capello delle tue clienti che ti ringrazieranno per sempre.
  5. Utilizzando il naturale la cute delle tue clienti finalmente tornerà a respirare. Libera da siliconi che otturando i pori non permettono alla cute di dare vita ad una chioma sana, folta e lucente
  6. Utilizzando il naturale potrai riequilibrare e risolvere i problemi legati alla cute delle tue clienti. Per lungo tempo, senza utilizzare prodotti aggressivi o cortisonici.
  7. Utilizzando il naturale hai l’opportunità di soddisfare qualsiasi esigenza delle tue clienti, risolvendo problematiche specifiche. Potrai quindi  fornire servizi innovativi e più redditizi e soprattutto potrai soddisfare ogni richiesta di aiuto delle tue clienti.
  8. Utilizzando il naturale avrai una maggiore possibilità di proposta nel tuo salone ed un aumento di prodotti da rivendita per il mantenimento a casa. Il risultato è che il tuo business si incrementa di giorno in giorno.
  9. Utilizzando il naturale avrai clienti sempre più fedeli e soddosfatti che difficilmente torneranno indietro nel classico salone tradizionale.

Vuoi provare i prodotti Naturalmente?

Richiedi ora un cofanetto di prodotti professionali 100% naturali. Fai la differenza nel tuo salone, prova il naturale, passa a Naturalmente.

Batti la concorrenza con il Bio

Come in tutti i settori, anche per i parrucchieri professionisti è di fondamentale importanza analizzare il mercato. In che direzione sta andando il settore professionale?

Posso sfruttare le tendenze di mercato per aumentare il mio fatturato e battere definitivamente la concorrenza?

Da qualche anno il mercato legato al parrucchiere indica un forte incremento della richiesta di cosmetici naturali. Il cliente finale è alla ricerca di un prodotto naturale, efficace e di conseguenza spinge il parrucchiere a ricercare una linea professionale naturale.

Se vuoi battere la concorrenza ed acquisire nuovi clienti, devi assolutamente inserire nel tuo salone una linea naturale. I clienti vogliono il naturale ed il futuro del mercato professionale è assolutamente naturale.

A chi rivolgersi quindi?

Sicuramente un valido criterio di scelta è la reputazione aziendale. Quest’ultima va valutata in base alla storia alle scelte che la casa cosmetica ha compiuto negli anni.
Naturalmente ha una solida reputazione. Azienda leader ventennale nel mondo della cosmetica Bio e vegetale, ha creato i primi prodotti biologici quando ancora tutto questo non era “di moda”.

Naturalmente ti offre la possibilità di distinguerti per qualità e scelte, di diventare Green leader della tua zona dandoti l’esclusiva per il tuo paese, non mettendoti quindi in concorrenza con chi hai vicino, ma battendola nettamente. Il nostro marketing è un marketing corretto, trasparente, non mirato solo al nostro profitto ma ad una crescita del tuo salone, un percorso da fare insieme. Ti mettiamo a disposizione tutta la nostra conoscenza nel mondo del benessere per capelli, nel mood delle spa per capelli, con servizi pratici ma di grande fascino per le tue clienti, protocolli efficaci, professionali, esclusivi con risultati immediati e visibili dal primo trattamento.

Questo significa battere la concorrenza, questo significa soddisfare il tuo cliente, questo significa diventare il parrucchiere green leader della tua zona.

Vuoi provare i prodotti Naturalmente?

Richiedi ora un cofanetto di prodotti professionali 100% naturali. Fai la differenza nel tuo salone, prova il naturale, passa a Naturalmente.

Le nuove malattie dei parrucchieri.

Sempre più spesso si stanno verificando casi di impossibilità a continuare la professione di parrucchiere a causa di patologie incompatibili con l’attività stessa.

Di cosa si tratta?

Principalmente di situazioni dovute ad accumulo e ripetuto utilizzo di prodotti chimici aggressivi nello svolgimento dell’attività in salone. Allergie, problemi alla pelle, problemi respiratori dovuto appunto alla presenza di ingredienti chimici alla lunga dannosi.

Mediamente un parrucchiere lavora circa otto / dieci ore al giorno in salone. In tutte queste ore, per diverso tempo il parrucchiere rimane con le mani a contatto con shampoo e balsamo. Respira ammoniaca e fumi chimici per i lavori tecnici. Tutto questo, a distanza, può portare ad un disequilibrio fisico importante.

Ecco uno dei motivi per cui scegliere cosmetici vegetali e bio.

Vuoi provare i prodotti Naturalmente?

Richiedi ora un cofanetto di prodotti professionali 100% naturali. Fai la differenza nel tuo salone, prova il naturale, passa a Naturalmente.

I prodotti naturali lo sono davvero?

Cosa significa naturale?

In realtà non esiste ancora ad oggi una tutela chiara di questa definizione. Per la legislazione europea al termine “naturale” corrisponde tutto ciò che arriva dalla Natura, dalla Terra. Anche il petrolio quindi, che sappiamo essere originato da un processo di sedimentazioni di fossili che dura millenni, è un prodotto naturale.

Come fare quindi a capire se un prodotto è realmente naturale? Come facciamo a capire cosa stiamo realmente proponendo alle nostri clienti?

Innanzi tutto sarebbe meglio definire un cosmetico “pulito” come “vegetale” e non solo naturale. Questo sta ad indicare che il contenuto all’interno del flacone, deriva da piante e fiori. Controllare quindi in etichetta (INCI) che non vi siano ingredienti petrolchimici quali: mineral oil, petrolatum, paraffina liquida, parabeni, poliquaternum, PEG, per citarne alcuni.

A volte, le aziende, per confondere il mercato, inseriscono pochi derivati vegetali nelle loro vecchie formulazioni chimiche, basta poi una bella campagna pubblicitaria ad ingannare il povero consumatore.

Quindi non tutto ciò che viene definito naturale lo è poi davvero.

Vuoi provare i prodotti Naturalmente?

Richiedi ora un cofanetto di prodotti professionali 100% naturali. Fai la differenza nel tuo salone, prova il naturale, passa a Naturalmente.

Cosa cerca il tuo cliente?

I dati dei consumi parlano chiaro, nel carrello degli italiani ci sono sempre più prodotti Biologici e sani.

Il numero dei vegetariani in Italia è secondo solo all’India, paese che culturalmente sposa da millenni questa scelta. Cosa significa tutto questo con la cosmesi naturale? Cosa cercano e cosa stanno scegliendo i nostri clienti?

E’ ormai evidente che il mercato naturale è in forte espansione da anni. Non si tratta di una moda temporanea, ma di una crescita costante che dura da diversi anni. I tuoi clienti stanno scegliendo la Natura, di stare sempre meglio, di proteggere il nostro Pianeta. E tu sei pronta ad accontentare i tuoi clienti? Perché se non lo fai tu, ci sarà sicuramente qualcun altro che lo farà al tuo posto. Il parrucchiere non può permettersi di arrivare tardi, è un professionista e come tale deve conoscere l’evoluzione del proprio mercato.

Ma come fare per scegliere la casa cosmetica giusta?

Devi innanzitutto verificare la credibilità delle aziende che si propongono sul mercato. Hanno un vero prodotto naturale o si propongono come sani solo per una questione di marketing? Come avrai sicuramente capito, se scegli il bio, non puoi fermarti alle apparenze o alla semplice propaganda pubblicitaria. Indaga sulla la reputazione di una azienda. Da quanto tempo fa prodotti BIO? Tutti i prodotti sono naturali o fa solo alcuni prodotti per conquistare una fetta di mercato?

Scegliere la natura, prima che sia troppo tardi, non rischiare che i tuoi clienti lo scelgano prima di te.

Vuoi provare i prodotti Naturalmente?

Richiedi ora un cofanetto di prodotti professionali 100% naturali. Fai la differenza nel tuo salone, prova il naturale, passa a Naturalmente.

Meglio il Naturale o il Chimico?

Tanti parrucchieri professionisti si trovano ormai davanti a questo bivio: utilizzare per loro e per le proprie clienti una linea cosmetica vegetale, o continuare con classiche linee tradizionali?

Il mercato ormai offre diverse soluzioni, da prodotti ultra naturali a cosmetici chimici altamente performanti. Scegliere non è facile, per un settore che per oltre quarant’anni non si è mai posto la domanda. Il mercato però parla chiaro, il cliente finale, che va dal parrucchiere è sempre più attento alla sua salute ed esige l’utilizzo di prodotti sempre più naturali.

Il trend mondiale ormai è sempre più evidente: eco sostenibilità a tutti i livelli.

La ricerca farmaceutica è sempre più orientata alla cosmetica verde. Questo ha permesso di ottenere nei prodotti naturali delle performance uguali se non superiori alle vecchie linee chimiche. Le classiche linee tradizionali hanno ormai formulazioni obsolete, tutte molto simili. I nuovi prodotti sono comunque revisioni di classici prodotti del passato, con ingredienti potenzialmente dannosi e con formulazioni chimiche apparentemente rinnovate, ma con principi attivi ormai in disuso se non addirittura vietati in alcune parti d’Europa.

Quindi, ad oggi non c’è nessuna motivazione per continuare ad usare i vecchi prodotti chimici, quindi largo al nuovo che avanza.

Vuoi provare i prodotti Naturalmente?

Richiedi ora un cofanetto di prodotti professionali 100% naturali. Fai la differenza nel tuo salone, prova il naturale, passa a Naturalmente.

Accumulo sostanze chimiche cosmetiche

Alt! Pericolo

Ti sei mai chiesto perché siamo sempre più spesso circondati da persone allergiche, intolleranti a qualche sostanza oppure sensibilizzate dal contatto con alcuni prodotti ?

Veniamo da un’era dove la qualità e l’attenzione alla persona sono state sostituite dalla redditività e dalla massima produzione. Questo ha portato a far si che per la produzione di cosmetici si sia orientati verso l’utilizzo di ingredienti a basso costo e con scarsa affinità con il nostro corpo.

I prodotti cosmetici di massa sono principalmente derivati dalla petrolchimica. Oltre ad un discorso diretto di eco sostenibilità, ne esiste anche uno legato alla nostra salute. L’accumulo di sostanze petrolchimiche nel nostro corpo o sulla nostra pelle genera nel luogo termine reazioni più o meno gravi .

È ormai nota, la correlazione che sussiste tra tumori al seno e l’utilizzo di prodotti deodoranti contenenti parabeni.  Ancora più famose nel nostro campo sono le reazioni allergiche alle tinture chimiche per colorare i capelli.

Mediamente una donna, dal momento del risveglio a quando torna a letto la sera, utilizza circa otto prodotti cosmetici (dentifricio, sapone, deodorante, crema, shampoo, bagno schiuma, …). Questo avviene tutti i giorni, per anni, il che vuol dire un enorme accumulo di sostanze chimiche nel nostro corpo. 

Questo è solo uno dei tanti motivi, per cui scegliere di passare all’utilizzo di prodotti cosmetici con ingredienti vegetali e possibilmente coltivati in regime bio.

Vuoi provare i prodotti Naturalmente?

Richiedi ora un cofanetto di prodotti professionali 100% naturali. Fai la differenza nel tuo salone, prova il naturale, passa a Naturalmente.

Guida al Biodizionario

Con l’enorme diffusione del Bio , sono aumentate anche le possibilità di verificare l’effettiva composizione dei prodotti , tramite l’utilizzo del Biodizionario o di applicazioni specifiche dedicate a stabile se un ingrediente è buono o cattivo.

Il sistema è molto semplice,  si cerca l’ingrediente riportato sull’inci del prodotto e tramite un sistema a semaforo si verifica la bontà o meno dello stesso : verde è ok , giallo necessità di attenzioni , rosso è da evitare .

Ma quali sono i criteri usati per stabilire se un ingrediente merita il pallino verde o meno?

Sostanzialmente sono tre:

1) Un primo criterio è la biodegradabilità delle sostanze che, se non lo sono o lo sono poco, rimangono nell’ambiente e fanno danni.

2) L’aggressività, la riconosciuta pericolosità eccetera sono altri ulteriori criteri.

3) L’origine delle materie prime: se animali o vegetali, se petrolchimiche o naturali.

E’ così facile quindi farsi una idea di cosa stiamo cercando ? La maggior parte dei consumatori si avvicinano a questi strumenti con l’intento di verificare se un ingrediente è vegetale o  petrolchimico , quindi buono o cattivo .

Stando a questo criterio qualcuno potrebbe allarmarsi visto che diversi oli essenziali ( notoriamente vegetali ed usati in fantastici cosmetici bio) si vedono assegnati un pallino giallo , lo stesso assegnato ad esempio al Sodium Laureth Sulfate (SlS) , petrolchimico e aggressivo se non addolcito con altri tensioattivi.

Il criterio principale non è quello legato all’origine della materia prima ( se chimica o verde), ma in base allo smaltimento e all’impatto eco-ambientale.

Resta quindi fondamentale informarsi prima di giudicare un prodotto e prima di utilizzare uno strumento così interessante come il Biodizionario.

Vuoi provare i prodotti Naturalmente?

Richiedi ora un cofanetto di prodotti professionali 100% naturali. Fai la differenza nel tuo salone, prova il naturale, passa a Naturalmente.

L’isola che non c’è

Sulle cartine geografiche non viene segnalata e dal satellite non è visibile, ma nell’Oceano Pacifico esiste un’isola grande quanto il Texas. Il Pacific Trash Vortex è un ammasso di rifiuti situato tra le Hawaii e la California.

La formazione è dovuta all’azione del vento, che crea il vortice sub-tropicale del Pacifico, in cui l’acqua circola in senso orario. L’acqua è in movimento
solo all’esterno del vortice, mentre al suo interno l’acqua è molto calma.

Qualsiasi materiale galleggiante viene trasportato all’interno del vortice e, nel tempo, i detriti si sono andati accumulando.

La prima misurazione del Trash Vortex è stata effettuata tra il 1985 e il 1988 da ricercatori che avevano base in Alaska. Quello del Trash Vortex è solo il caso più eclatante, ma in molti mari sono presenti agglomerati più piccoli di rifiuti e plastiche.

Un grande ammasso è presente anche nell’Oceano
Atlantico e soltanto nel Mare del Nord sono state contate circa 600mila tonnellate di plastica.

Sebbene la mole di materiali sia enorme, la massa è costituita da microplastiche contenute anche in cosmetici, non visibili a occhio nudo, inferiori al mm.

Non si tratta di un agglomerato ben tangibile e visibile, ma non per questo ne derivano meno danni.

Nell’area ci sono poche isole che potrebbero favorire lo stazionamento del materiale, così questa sorta
di “isola che non c’è” si ingigantisce indisturbata nelle acque oceaniche.

La massa di rifiuti è costituito prevalentemente da monofilamenti e fibre di polimeri, incrostati con diatomee (alghe unicellulari) e plancton. La situazione è resa ancora più preoccupante dal fatto che in alcuni punti i raggiunge una quantità di rifiuti di gran lunga maggiore delle sostanze naturali: la
concentrazione di plastica media del Trash Vortex è stata stimata IN 6 chili di plastica per ogni chilo di plancton naturale e 5,1 Kg/Km2.

Naturalmente l’ecosistema non resta immune dalla presenza dei rifiuti.

Molti animali si cibano della plastica e in molti sono stati trovati migliaia di frammenti di plastica. La nocività dei rifiuti non solo provoca la morte di
molti esemplari e danneggia le specie biologiche, ma va ad intaccare anche la catena alimentare, arrivando a colpire indirettamente anche l’uomo. I detriti, unendosi, diventano anche più pericolosi degli inquinanti organici persistenti (Pop), cioè sostanze resistenti alla decomposizione chimica
presenti nell’atmosfera e nell’acqua. Alcuni inquinanti sono classificati come cancerogeni, altri come veleni.

La maggior parte dei materiali è di natura inorganica, per cui non è sottoposto al processo di biodegradazione. La fotodegradazione (processo
di disgregazione o cambiamento della struttura delle molecole che avviene con l’assorbimento dei fotoni delle radiazioni luminose) scinde la plastica in polimeri, che difficilmente si disgregano. I tempi di azione della fotodegradazione sono eccessivamente lunghi per essere considerati utili per lo smaltimento dei materiali.

Poiché il Trash Vortex è molto distante dalle coste di qualsiasi Stato, la responsabilità di risolvere il problema non spetta a nessuno in particolare.

Per evitare che il Trash Vortex e le altre formazioni di rifiuti marini crescano e causino ulteriori danni bisognerebbe agire singolarmente, facendo
attenzione a ciò che acquistiamo a partire da uno scrub con microgranuli di plastica. Qui il “popolo” dell’olio di palma potrebbe ridire la sua a meno
che le scimmie valgano più dei delfini (scusate la facile provocazione).

Vuoi provare i prodotti Naturalmente?

Richiedi ora un cofanetto di prodotti professionali 100% naturali. Fai la differenza nel tuo salone, prova il naturale, passa a Naturalmente.

Domande e dubbi frequenti sul cosmetico naturale professionale

Riportiamo di seguito alcune domande frequentissime sui cosmetici Biologici/ecologici/naturali. Sperando di togliervi
qualche dubbio , o di farvene venire alcuni.

1) Cosa si intende per cosmetici naturali ecobio?
I cosmetici sono prodotti per la cura del viso, del corpo e dei capelli, sono cosmetici naturali quelli che derivano da erbe e piante e non contengono ingredienti sintetici, sono quindi ecologici in quanto rispettano l’ambiente e biologici in quanto non danneggiano il corpo umano.

2) Tutti i cosmetici che si definiscono naturali sono ecobio?
Non esiste ancora una legislazione seria in materia, pertanto è sufficiente che i cosmetici contengano almeno il 5% di ingredienti naturali poter utilizzare la parola “naturale”. Per essere ecologici e biologici è invece necessario avere ingredienti naturali al 100%.

3) Come faccio a riconoscere un cosmetico ecologico e biologico?
Per essere consapevole di ciò che ti spalmi è molto utile imparare a leggere l’INCI e riconoscere gli ingredienti nocivi per la salute e per l’ambiente, oppure utilizzare prodotti Naturali Certificati da organismi di controllo riconosciuti il cui bollino deve essere visibile nella confezione e sull’etichetta del prodotto. Un’ottima alternativa è quella di convertirsi all’arte dello spignatto ovvero imparare a fare da sè, non c’è infatti nulla di più naturale di un cosmetico fatto in casa!
Tuttavia anche nel caso dell’autoproduzione è necessario affidarsi a ricette elaborate da professionisti in quando abbinare in modo casuale ingredienti, pur se naturali, può causare irritazioni o altri effetti negativi.

4) Quali caratteristiche devono avere i prodotti Bio Certificati?
I prodotti biologici ed ecologi per ottenere la certificazione devono essere composti per almeno il 95% da ingredienti vegetali derivanti da agricoltura biologica, devono essere locali e a km zero e non devono contenere solventi, derivati del petrolio, colori o profumi artificiali, conservanti o tensioattivi sintetici ed ingredienti di derivazione animale.

5) Esistono in commercio prodotti naturali non certificati?
Le certificazioni biologiche hanno costi molto elevati pertanto alcune piccole aziende, pur producendo cosmetici naturali al 100%, non ritengono opportuno richiederla. Al contrario, alcune aziende medio-grandi ottengono la certificazione solo su un prodotto o su una linea e pubblicizzano come certificata l’intera gamma di prodotti. In tutti casi è sempre opportuno leggere l’INCI ed assicurarsi dell’assenza di ingredienti nocivi.

6) Cosa è l’INCI
L’INCI è l’acronimo di International Nomenclature of Cosmetic Ingredients usata in tutto il mondo per riportare sull’etichetta
di un prodotto cosmetico tutti gli ingredienti che lo compongono.

7) Come faccio a leggere l’INCI?
E’ sufficiente prendere l’abitudine di leggere nell’etichetta le sostanze utilizzate per la realizzazione del prodotto, nella maggior parte dei casi gli ingredienti naturali sono scritti in latino, in quanto riportano il nome botanico dell’elemento
vegetale, ed i componenti sintetici sono scritti in inglese, in quanto realizzati in laboratorio. Il modo più semplice e pratico per controllare la qualità dell’INCI è quello di consultare online il biodizionario e verificare le caratteristiche
di ogni singolo ingrediente, per gli smartphone è possibile scaricare l’applicazione ICEA Check che consente di controllare ogni singolo ingrediente in qualsiasi momento della giornata.

E’ meglio sempre farsi delle domande e verificare le risposte quando si parla della nostra salute e dei nostri soldi .

Vuoi provare i prodotti Naturalmente?

Richiedi ora un cofanetto di prodotti professionali 100% naturali. Fai la differenza nel tuo salone, prova il naturale, passa a Naturalmente.